venerdì 3 luglio 2009

Outlander

Outlander - L'ultimo vichingo (2008, regia Howard McCain)



Al tempo dei vichinghi un alieno dalle fattezze umane (James Caviezel) precipita con la sua astronave tra i fiordi norvegesi. Con lui una creatura mostruosa conosciuta come Moorwen.
La lotta tra i due, iniziata chissà dove e proseguita sul suolo terrestre, coinvolgerà i pochi sopravvissuti di un villaggio vicino. Guerrieri umani, combattenti alieni, uniti per distruggere il mostro.

Alieni che si alleano con umani (Vichinghi) per combattere Alieni molto più grossi e decisamente più temibili. A guardar bene non ci si crede.
La cosa ancora più singolare è che questo film, che per forza di cose bisogna definire Trash, funziona e anche parecchio. Non si tira in ballo la verosimiglianza della storia ovviamente, che comunque dal canto suo ha il pregio di essere coerente con se stessa, piuttosto l’attrattiva che, vuoi per la singolarità dell’argomento, vuoi per una realizzazione decisamente superiore alle aspettative, questa esercita.
Outlander, uscito direttamente per il mercato home video in America, è un tripudio di citazioni di genere. I titoli tirati in ballo sono tantissimi: Alien, Predator, Alien Vs. Predator (ovviamente), L’armata delle Tenebre, Conan il Barbaro, per citarne alcuni. Il tutto fuso – stando alle parole del regista Howard McCain – al poema epico Beowulf.

Il risultato è un gustoso mix di azione, fantascienza e spirito guerriero capace di coinvolgere e, in certi punti, addirittura emozionare.
Con questo non si vuole certo dire che quello di McCain sia un capolavoro, questo è ovvio. Più che altro si tratta di un ottimo B-Movie, con tutte le carte in regola per conquistare uno spazio personale all’interno dell’affollato panorama di genere. Questo perché possiede un’equilibrata commistione di caratteristiche fondamentali, tra cui non mancano l’esagerazione, la carica grottesca e il ridicolo involontario, e si avvale di un cast che, grazie a nomi del calibro di James Caviezel, Ron Perlman, John Hurt, può considerarsi degno delle più grandi occasioni.

Pubblicato su Livecity.it

5 commenti:

Peeping Tom ha detto...

ma com'è che da un paio d'anni gli sceneggiatori stanno in fissa co' i vichinghi ?
pathfinder, beowulf... ora questo.
il prossimo è il remake di vicky il vichingo ?

FiliÞþØ ha detto...

Sarebbe il massimo...ovviamente con attori veri! :)

Anonimo ha detto...

Però Jim Caviezel vale il prezzo del biglietto, esteticamente parlando ovviamente :P
Ale55andra

Luciano ha detto...

Mi incuriosisce.

olocausto random ha detto...

porca paletta, ma questo harmony non ha niente in comune con conan se non che usano la spada. ma allora anche valentina vezzali ha qualcosa in comune con questo film (e con conan).
outlander = harmony w i buoni sentimenti
conan = uccidere e' bello, se i nazisti vincono hanno ragione loro

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...