sabato 21 luglio 2007

Elephant

Elephant (2003 , regia Gus Van Sant)



La messa in scena della follia fa male, ancor più se insensata e se fa da contorno ad una tranquilla giornata scolastica.
E’ per questo che un film come Elephant, non lascia indifferenti e i sentimenti provati dopo la visione sono molteplici e di certo non consolatori.
Prendendo spunto da fatti realmente accaduti (la strage di Columbine), il regista ci guida all’interno di una scuola superiore di Portland, mostrandoci la quiete prima della tempesta. Una calma apparente e forse ancor più carica di tensione.
Nei lunghi (e bellissimi) piani sequenza, che si muovono all’interno degli infiniti corridoi di questa scuola americana, si prova una forte sensazione di disagio, anche perché allo spettatore è concesso di anticipare gli eventi e nessuna spiegazione viene azzardata.
Dietro ogni angolo, dietro ogni porta chiusa, sembra nascondersi un orrore che cresce con il passare del tempo.
La freddezza della cronaca, lontana da ogni delucidazione, ci permette di entrare in un incubo, facendocelo vivere con gli occhi dei protagonisti.
Alla fine, l’unica cosa che rimane è una domanda: “Perché?”.
Non esiste una risposta ed è inutile cercarla.
All’interno di questo mondo l’occhio della macchina da presa è asettico, vita e morte per lui non hanno alcun senso.

19 commenti:

rovistata ha detto...

alla fine l'hai visto...io direi che è agghiacciante questo film..non saprei definirlo...perchè due sono le categorie che mi vengono in mente..
CINICO o DOCUMENTARISTICO (se così si può dire, altrimenti ho coniato un neologismo..)

Anonimo ha detto...

Bellissimo!!!!!!!Palma d'oro meritata!
MrDAVIS

Trinity ha detto...

non sapevo che oltre al film di Moore ci fosse un altro film sulla strage di Columbine...
Lo vedrò!
Ciao!

filippo ha detto...

@ rovistata: non lo definirei cinico...secondo me l'atmosfera asetticca è quella giusta...all'interno di quella scuola penso che siano state veramente poche le spiegazioni...inserirle nella trama sarebbe stato forse meno traumatico per il pubblico, ma non sarebbe servito a molto...

@ mrDAVIS: veramente bello...pensare che avevo una spece di pregiudizio nei confronti di questo film...

@ trinity: vedilo ne vale la pena, anche perchè è girato da Dio...

la reine ha detto...

questa pellicola è degna assai, colma di intelligenza e capacità, pochi altri riescono a fotografare l'adolescenza come van sant (e aspetta di vedere paranoid park, un vero gioiello)

la reine

deliriocinefilo ha detto...

"All’interno di questo mondo l’occhio della macchina da presa è asettico" parole sante. ora attendiamo paranoid park.

filippo ha detto...

@ la reine & deliriocinefilo: bè si, sono proprio curioso si vedere Paranoid Park"...nel frattempo mi vedrò Last Days, anche quello mi manca...

Anonimo ha detto...

Last days l'ho visto l'altro giorno nn mi ha convinta del tutto, anzi...
Elephant è molto bello, concordo con ogni parola della tua recensione, hai notato che molto spesso tutti i personaggi sono ripresi e seguiti alle spalle? Quasi come se lo spettatore stesse giocando ad un videogioco? ^_-
Ale55andra

Trinity ha detto...

Guarda io last days lo vidi quando uscì..
devo dire che non mi piacque molto, perché io cercavo di più un'affinità con la storia del mio amatissimo kurt..
Però è vero pure che all'epoca non guardavo i film con occhi particolarmente attenti..
Perciò dovrei rivederlo per dare un giudizio.
Vedilo, poi fammi sapere
Ciao

Gianmario ha detto...

Altro DVD della mia mini collezione :D Grande, la dimostrazione che non c 'e' motivo di riempire il film di parole inutili o storie strappalacrime per raccontare una triste vicenda quando e' la normalita' di quei ragazzi ad essere spaventosa.

Mi piace troppo seguirli per la scuola con la telecamera, e' come muoversi tra di loro senza essere visti.

Strano da quanto ho scritto mi e' venuto in mente di pensare a qualche punto di contatto tra questo Elephant e Henry: Pioggia di sangue dell'altro post, anzi tra la presnunta normalita' dei personaggi delle due storie. Non ci avevo mai pensato prima.

filippo ha detto...

@ ale55andra: si, l'ho notato. Le sequenze nei corridoi cmq sono bellissime. Sono rimasto molto stupito da questo film perchè non ha rispettato per niente le mie aspettattive (ed è stata una cosa molto positiva)
PS. ma cos'è successo al tuo blog? non riesco a leggere i post, è un problema mio?

@ trinity: sinceramente non mi aveva mai attirato, ma dopo Elephant mi è venuta una grandissima curiosità...vedremo...

@ gianmario: effettivamente neanche io ci avevo pensato, ma volendo dei punti in comune si possono trovare...^^

Anonimo ha detto...

Filippo purtroppo il mio blog è visibile da tutti i broswer tranne da Ie che è il più scrauso...Nn riesco a risolvere questo problema, sto cercando qualcuno che mi aiuti ^^
Ale55andra

SteveMcQueen ha detto...

Quel senso del niente, di sospensione, asettico, quel modo di raccontare in modo decisamente lontano (ma che in realtà, focalizza tutto), il fatto di non dare nessuna spiegazione (perché in fin dei conti non c'é), danno un risultato perfetto.
Grande Gus.
Byez

filippo ha detto...

bè steve...parole giustissime...

Dome & Edo ha detto...

veramente bello. Forse il migliore tra quelli che ho visto di Van Sant

Ester Moidil ha detto...

Parole sante, un film che affascina senza emettere inutili sentenze, un film che accompagna lo spettatore nei corridoi della scuola del massacro. Ho adorato il modo in cui riproponeva alcuni dialoghi da differenti angolazioni e con punti di vista diversi.

filippo ha detto...

@ dome & edo: ho visto molto poco di Van Sant...ma sono molto incuriosito da Last Days (vedremo...).

@ estermoidil: un film adorabile sotto molti punti di vista

Chiara ha detto...

Come un giorno qualunque può trasformarsi in catastrofe...
la tranquillità che trasmette inizialmente questo film e l'improvviso terrore che si avverte alla fine... sono gli ingredienti giusti per considerarlo capolavoro. Grande film, davvero!
Sono più o meno tornata dal letargo estivo ;p

filippo ha detto...

BENTORNATA! ^^
mi stavo proccupando...ormai era un mese che andavo sul tuo blog e trovavo sempre lo stesso post su Sean Penn...;P
Vabbè, è l'estate...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...