venerdì 27 aprile 2007

Number 23

Number 23 (2007 , regia Joel Schumacher)



La vita di un giovane accalappiacani (Jim Carrey) viene sconvolta dal casuale ritrovamento di un libricino noir, nascosto tra gli scaffali impolverati di una libreria. Vita reale e vita di carta si intrecciano durante la lettura, angosce narrate diventano concrete, come concreta diventa l’ossessione per il numero 23, sinistramente presente in gran parte delle tragedie umane.
L’ultima fatica di Joel Schumacher vorrebbe essere tante cose, ma risente dell’indecisione. Inizia come un thriller psicologico, continua come un giallo, per poi concludersi nel più patetico e drammatico dei modi. L’idea di partenza è buona, ma sfugge dalle mani. Perde il controllo, si gonfia ed esplode mostrando tutta la sua incoerenza e approssimazione.
Penalizzato dal contesto, anche il povero Jim Carrey soccombe. Si muove spaesato per tutta la durata del film, risultando poco credibile nel doppio ruolo di persona concreta e alter ego cartaceo. Il regista non osa, sfiora la superficie senza mai toccarla. Pecca di superficialità (ma a questo ci aveva abituati) togliendo fascino alla storia, dando origine ad una valanga che trascina con se ogni cosa.
Regge l’impatto visivo, ma è ben poco senza l’appoggio di una storia valida.
Dopo un’ora e mezza, l’unica cosa che rimane è la forza per fare stupidi giochini matematici una volta usciti dal cinema, scoprendo così che, per uno strano scherzo del destino, sono solo 23 i minuti buoni di questo film…





6 commenti:

SteveMcqueen ha detto...

Peccato! Ritengo Carrey un buon attore e in passato ne ha dato prova. Il problema é che non riesce ad azzeccare un film decente.
Fossi in lui cambierei l'agente.
Cmq film pessimo.
Soldi buttati.
Byez

filippo ha detto...

Anch'io lo ritengo molto bravo...però questo film è stato proprio una delusione...non che da Schumacher mi aspettassi qualcosa di meglio...

Ciao

deliriocinefilo ha detto...

"Perde il controllo, si gonfia ed esplode mostrando tutta la sua incoerenza e approssimazione."

d'accordissimo

filippo ha detto...

un vero peccato...forse un altro regista avrebbe saputo gestirlo meglio...

Grazie per la visita...:)

Ps ti aggiungo tra i miei Link

ciao

Arnold Layne ha detto...

Ciao!bel blog complimenti! visita il mio se ti va..
Il film non l'ho visto, e non penso che lo farò a breve..

filippo ha detto...

grazie x i complimenti...
per quanto riguarda il film fai pure con comodo, non ti perdi niente...;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...