mercoledì 19 novembre 2008

Awake

Awake – Anestesia cosciente (2007, regia Joby Harold)



Il giovane rampollo di una ricca famiglia (Hayden Christensen), forte di intelletto ma debole di cuore, è in attesa di un nuovo organo che possa donargli una vita migliore.
Nel frattempo quei pochi battiti che gli rimangono continua a dedicarli alla giovane Sam (Jessica Alba), da pochi mesi al suo fianco.
Una relazione segreta, nascosta dalla luce del giorno per paura di un possibile rifiuto della madre, particolarmente attaccata al figlio dopo la prematura morte del marito.
Una volta trovato il nuovo cuore, al fortunato non resta che scegliere il medico che dovrà occuparsi della sua rinascita.
L’amico fidato Jack, che lo ha seguito durante il suo calvario, o l’antipatico amico di mamma, che può vantare attestati su attestati ma, a conti fanti, è un perfetto sconosciuto?
Scelta ovvia.
Meno ovvio è l’esito dell’intervento, o più precisamente dell’anestesia.
Paralizzato sul lettino, ma totalmente cosciente, il giovane sarà costretto ad affrontare la più tremenda delle avventure, scoprendo lungo il cammino orribili segreti.
Contrariamente a quanto volevano farci credere i trailer, Awake non è un horror, bensì un giallo.
Già questo basterebbe a cambiare le carte in tavola, spingendo a rivalutare gran parte dei pregiudizi iniziali.
Non è neanche un brutto giallo anzi, possiede due o tre colpi di scena azzeccati che riescono ad animare il plot, incentrato sul classico gioco delle scatole cinesi.
Purtroppo manca di plausibilità, ma questo era un rischio dietro l’angolo.
Basare un intero lungometraggio sul viaggio interiore di uno sfortunato costretto all’immobilità (cosa realmente possibile, stando a quello che dicono le frasi di apertura) non è certo cosa facile da gestire, ancor più se l’espediente narrativo adottato punta tutto sulle presunte potenzialità dell’anima, pronta a muoversi all’interno dei ricordi in una maniera tale che cerca di richiamare il Cronenberg di Spider, ma con risultati diametralmente opposti.
Un vero peccato perché le potenzialità della storia erano molte, come anche quelle della regia.
Ma tutto sembra affrettato e trattato con superficialità.
Se escludiamo l’interpretazione dei protagonisti (che si sono guadagnati due nomination ai Razzie Award), molte sono le cose potenzialmente irritanti.
A cominciare dalla sciatteria con cui è trattato l’ambiente ospedaliero.
Sale operatorie che necessiterebbero di una porta girevole tanto è il viavai, e anestesisti che tra un operazione e l’altra sorseggiano tranquillamente alcol dalla loro riserva personale, che ovviamente portano sempre nel taschino del camice.

Pubblicato su Livecity.it

13 commenti:

Valentina Ariete ha detto...

Sarà la migliore interpretazione di Christensen visto che deve fare quello anestetizzato...

FiliÞþØ ha detto...

il fatto è che il suo corpo è bloccato sul lettino...ma il suo spirito si muove eccome, e parla anche...

Mr. Hamlin ha detto...

Ho dovuto far violenza a me stesso per non andarlo a vedere (la presenza della Alba è per me pari al richiamo delle sirene per Ulisse), ma direi che ho fatto bene... :-)

eli ha detto...

questo stasera lo vedrò...chissa!

Gianmario ha detto...

Bah io mi aspettavo una schifezza, mi sa che lo metto in coda alla lista da vedere.

Deneil ha detto...

ma christensen farà mai un film decente dopo star wars???questo mi ricordo che la prima volta che è passato il trailer dopo i paroloni iniziali mi son letteralmente scompisciato sulla poltroncina....
poi capita che me li veda in dvd l'anno dopo come quell'orridume che ho appena recensito...

FiliÞþØ ha detto...

@ mr hamlin: io per fortuna (o sarebbe meglio dire purtroppo visto che non è normale)non provo tutta questa attrazione nei confronti della Alba...resta il fatto che l'ho visto lo stesso. Che ne sia inconsciamente innamorato? ;)

@ eli: ripeto, bruto brutto non è, c'è di molto peggio in giro.

@ gianmario: forse la visione domestica è proprio l'ideale.

@ deneil: bella dmanda quella su christensen...finora tutto porterebbe verso il NO...:)

Peeping Tom ha detto...

ma alla fine dell'anestesia il pubblico si risveglia ?

FiliÞþØ ha detto...

Peggio. L'anestesia cosciente tocca proprio a lui...;)

Ale55andra ha detto...

Ahah, io mi faccio del male e quasi quasi lo vedo!!

FiliÞþØ ha detto...

ma si dai, in fin dei conti non è così doloroso...;)

AmosGitai ha detto...

Un film orribbbbbbile!!!

Tanti... tanti i motivi oltre quelli da te citati.

FiliÞþØ ha detto...

io continuo a dire che è un vero peccato, perchè poteva uscirne proprio un bel film...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...